Ultime notizie
Buone notizie per chi non trova le colonnine dei parcheggi, in questi...
Il progetto comprende la rigenerazione di una vasta area della...
Nuovo sciopero per la città di Roma che vedrà la circolazione dei...
Nuovo anno, nuovo sciopero per il Consorzio Roma Tpl che inizierà la...
La manifestazione sportiva che si tiene ogni anno il giorno di...
Quest’anno il concerto della notte di S. Silvestro sarà dedicato alle...
La festa è organizzata da Roma Capitale con lo scopo di portare lo...
Oltre alle normali corse degli autobus presenti nella capitale è...
La mostra Anni 70, Arte a Roma è un indagine sull'arte concepita ed...

High Line al posto della tangenziale est, presentazione del progetto urbanistico

High Line al posto della tangenziale est, presentazione del progetto urbanistico
Data evento: 
12.02.2014

Presentato il progetto alla commissione Politiche Comunitarie di Roma Capitale

 

Il 12 febbraio è stato presentato il progetto che potrebbe cambiare definitivamente il profilo di Roma ad opera dell’architetto Nathalie Grenon, autrice anche di un progetto colossale a Parigi. Si tratta della riutilizzazione della tangenziale est che secondo i piani del comune dovrebbe essere chiusa in tempi brevi: una grande fascia verde prenderebbe il posto della striscia di asfalto che abbiamo visto nelle ultime decine di anni.

In questa grande spiga di verde, come è stata chiamata dalla stessa ideatrice che si estenderebbe lungo i 1700 metri della vecchia tangenziale per un totale di 40mila metri quadri verranno realizzati dei campi di calcetto di tennis e bocce, uno skate park oltre a degli orti urbani, con vigneti e meleti e perfino un mercato rionale a km 0 con copertura in fotovoltaico.

Questo ‘giardino dei nonni e nipoti’ corredato da aiuole, panchine e mini parchi, reso autosufficiente dalla raccolta delle acque piovane, verrà realizzato non con i soldi del comune di Roma ma con i fondi Ue e se il progetto fosse approvato potrebbe divenire realtà in soli 2 anni con un costo di 9 milioni di euro.

L’opera potrebbe essere ultimata prima dell’Expo di Milano del 2015 e nasce come idea dalla High Line di New York: «Nel tratto finale – spiega Nathalie Grenon - è senz’altro simile alla High Line per il recupero a costo zero di strutture di mobilità extraurbane che si trasformano in strutture urbane di rigenerazione ambientale. Ma quello della Tangenziale è un giardino agronomico, quindi produttivo. È strumento di comunicazione della ricca biodiversità vegetale dell’Urbe e del suo territorio trasformandosi così anche in un’ importante strumento di marketing. Infine appartiene alla grande tradizione del giardino italiano di cui a Roma abbiamo numerosi esempi storici, comeil giardino agronomico di villa Pamphili del 1800».

Ti potrebbe interessare anche...

Sono iniziati già da tempo i lavori per la concretizzazione della della Nuova Stazione Tiburtina e della Nuova Circonvallazione Interna.
Saranno più sicure le banchine della pista ciclabile nei pressi del Tevere. Dal prossimo inverno, infatti, verranno stanziati dalla giunta comunale 200 mila euro per lo sviluppo e realizzazione di un...
Ieri, è stato annunciato dal sindaco e dagli assessori all’Urbanistica, ai Lavori Pubblici e alla Mobilità che verranno stanziati 200 milioni di euro per trasformare in isola pedonale il centro di...